LE 8 DOMANDE CHE DOVREBBERO FARSI GLI IMPRENDITORI

Capire se un’azienda ha imboccato la strada giusta per rimanere sul mercato da protagonista non è semplice. Se l’imprenditore di una PMI (piccola media impresa) pone attenzione agli 8 punti che le imprese leader nel proprio settore seguono, avrà sicuramente risultati premianti. Ecco allora che è opportuno che l’imprenditore, proprio per adattarsi velocemente ai cambiamenti, si ponga queste domande:

  1. Ho una Vision aziendale formalizzata e conosciuta da ogni mio collaboratore?
  2. Ho un piano a 3/5 anni (Business Plan) su queste aree aziendali: produzione, marketing, personale, amministrazione e finanza?
  3. Redigo e controllo almeno ogni 2 anni o quando faccio scelte strategiche importanti, il mio modello di business per verificare se è performante?
  4. Ho piani continuativi di gestione del personale e di Team Building (clima aziendale, gratificazioni, incentivi, ecc)?
  5. Ho previsto piani e azioni di sostenibilità ESG (Environment, Social, Governance – impatto ambientale, sociale e gestione interna dell’azienda)?
  6. Ho una mappatura dei principali KPI (Key Performance Indicator – indici di performance) aziendali e controlli periodici delle performance?
  7. Redigo budget prospettici a 1 anno e verifico i principali indici economico finanziari, la sostenibilità del debito e la liquidità a 12 mesi?
  8. Ho l’adeguato assetto organizzativo, contabile e amministrativo?

Le risposte a queste domande sono l’ABC per il futuro delle vostre aziende.

I tempi ormai sono cambiati. In mercati così rapidi al cambiamento, fare impresa vuol dire non lasciare nulla al caso, pianificare con rapidità e passare subito all’azione. Il fattore tempo è ormai la variabile più importante e quella che fa la differenza nelle scelte vincenti.  Conoscenza, agilità e velocità sono i nuovi pilastri del successo, quindi è indispensabile farsi seguire da professionisti che vi guidino rapidamente verso la direzione giusta perché ormai la seconda chance difficilmente ricapita.

Articolo di Andrea Ferrero 26.04.2023